Guida del Liechtenstein

Schloss Vaduz, residenza dei principi del Liechtenstein © Jordan Lessona

Schloss Vaduz, residenza dei principi del Liechtenstein © Jordan Lessona

Incastonato tra Svizzera e Austria, il Principato del Liechtenstein è una perla nel cuore dell’Europa. Con una superficie di 160 chilometri quadrati è il quarto stato più piccolo del Vecchio Continente. Il suo territorio ospita imprese finanziarie, commerciali e industriali grazie a una tutela legislativa e a tassazioni favorevoli.

Come arrivare in Liechtenstein

Il modo più facile per raggiungere il Liechtenstein è di arrivare in treno a Sargans o Buchs in Svizzera, o Feldkirch, in Austria, e poi prendere un bus del Principato che hanno un colore verde chiaro distintivo. I biglietti possono essere acquistati dal conducente.

Un altro modo semplice e veloce, sfruttando l’ottima rete autostradale svizzera e la relativa facilità di guida in Liechtenstein è quella di usare la macchina per essere più liberi negli spostamenti.

Come muoversi in Liechtenstein

Avendo dimensioni ridotte, il modo migliore per sposatrsi in Liechtenstein è l’ottimo servizio di bus oppure i mezzi privati (auto, moto e addirittura biciclette per piccoli tratti). L’unica variabile per fare una scelta azzeccata è il tempo atmosferico.

Cosa vedere in Liechtenstein

Il Liechtenstein è una terra ricca di bellezze naturali e di splendidi monumenti storici. I castelli e le fortezze sono un emblema del principato. Situati in mezzo a una natura splendida, sono luoghi suggestivi e interessanti da visitare.

Dove mangiare in Liechtenstein

In Liechtenstein ci sono diversi ristoranti nelle grandi città del Principato. Inoltre si trovano diverse pasticcerie con piccoli forni dove trovare un ambiente caldo con un rapporto prezzo qualità elevato

Dove dormire in Liechtenstein

Ci sono diversi alberghi in Liechtenstein: non sono molto numerosi e un po’ cari. La maggior parte si concentrano nella capitale Vaduz. C’è anche un ostello situato nel Schaan che è però chiuso ininverno.

Clima del Liechtenstein

Nonostante la sua collocazione alpina, il clima del Liechtenstein è abbastanza mite grazie ai venti provenienti da sud. In inverno, le montagne offrono diverse stazioni per gli sport invernali.

Valuta del Liechtenstein

La valuta del Principiato del Liechtenstein è il franco Svizzero adottato nel 1924 ma anche l’Euro viene accettato senza difficoltà.

Le lingue del Liechtenstein

La lingua ufficiale del principato del Liechtenstein è il tedesco. La seconda lingua più parlata è invece l’italiano ed ebraico (soprattutto nella zona ebraica della capitale)

Geografia del Liechtenstein

Stretto tra Svizzera e Austria, il Liechtenstein si trova nella valle del Reno. Tutto il suo confine occidentale è formato da questo fiume. La parte orientale del paese è completamente montuosa, il punto più alto è il Grauspitz, con un’altezza di 2.599 metri.

Sistema politico del Liechtenstein

Il Liechtenstein è un Principato. L’attuale principe è Giovanni Adamo II di Liechtenstein e il capo del governo è Adrian Hasler.

Suddivisione amministativo del Liechtenstein

Il Paese è diviso in undici comuni la maggior parte dei quali ha un unico centro abitato:
Vaduz che è la capitale del Principato
Schaan
Balzers (comprende l’abitato di Mäls)
Triesen
Eschen (comprende l’abitato di Nendeln)
Mauren (comprende l’abitato di Schaanwald dove c’è la dogana con l’Austria / UE)
Triesenberg (comprende gli abitati di Steg e Malbun)
Ruggell
Gamprin (comprende anche l’abitato di Bendern)
Schellenberg
Planken

Religione del Liechtenstein

L’ottanta per cento circa della popolazione del Liechtenstein è cattolico, il sette per cento è protestante.

Storia del Liechtenstein

Anticamente parte del Sacro Romano Impero, il Liechtenstein non fu mai attraversato dalla “grande storia” europea. Il 23 gennaio 1719 Carlo VI d’Asburgo decretò l’unione tra Vaduz e Schellenberg, ed elevò la locale contea a Fürstentum (Principato) a cui fu dato il nome attuale in onore di Antonio Floriano del Liechtenstein.

Dopo il dissolvimento del Sacro Romano Impero, il Liechtenstein aderì alla Confederazione tedesca sino allo scoppio della Guerra Austro-Prussiana nel 1866. Anche le due guerre mondiali segnarono pesantemente il Paese. Fu quello un tempo di grandi cambiamenti con il varo della nuova Costituzione nel 1921, l’entrata in Unione Doganale con la Svizzera nel 1923 e l’adozione del Franco Svizzero nel 1924.

Al termine del II conflitto, i principi del Liechtenstein furono costretti a vendere alcune delle loro preziose opere d’arte per risanare le casse dello Stato. Grazie a iniziative di natura economica fu favorito l’insediamento nel territorio di imprese finanziarie, commerciali e industriali che favorirono la rinascita del Paese. Tanto che oggi il Principe del Liechtenstein è uno degli uomini più ricchi del mondo – ha un patrimonio stimato di circa quattro miliardi di dollari. E la popolazione ha il più alto reddito procapite del mondo.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Guida del Liechtenstein"

I commenti sono chiusi.